Per molti secoli il mondo è stato lo spettatore delle più grandi guerre che hanno segnato i cambiamenti e l’evoluzione socio-politica della popolazione globale fino ad arrivare ai nostri giorni. L’uomo è sempre stato affascinato da tali eventi e fin da quando c’è memoria storica i vincitori erano soliti recuperare sui campi di battaglia oggetti e armi come bottino di guerra. Questa sorta di collezionismo bellico era praticato anche dai legionari romani i quali venivano ricompensati con dona militaria assegnati ai soldati più valorosi. A volte capita vedere in alcune foto risalenti il secondo conflitto mondiale, soldati dell’ U.S. Army con bandiere e qualsiasi sorta di cimelio sottratto alle forze nemiche. Famosa è la foto dei soldati della 101ª Divisione aviotrasportata, conosciuta anche come Streaming Eagle (aquila urlante) , che mostrano come trofeo di battaglia la bandiera nazista. Tale unità fu impegnata durante il secondo conflitto mondiale, partecipando in particolare alla battaglia di Normandia, l’operazione Market-Garden e l’assedio di Bastogne.

 101ª Divisione Aviotrasportata detta le "aquile urlanti"

La Compagnia E del 2º Battaglione del 506º Reggimento di Fanteria Paracadutista (PIR)

Questa pratica con il tempo si è evoluta fino ai giorni nostri diventando sinonimo di collezionismo. Infatti con il nome militaria, si intende l’insieme delle componenti che costituiscono l’equipaggiamento di un soldato. Inoltre ultimamente il termine si è allargato anche a tutti quegli appassionati che collezionano repliche di armi, stemmi, stampe e tutto ciò che sia legato al mondo militare e della rievocazione. Sempre più spesso ci capita di vedere negozi specializzati che trattano questi articoli, molti son ben organizzati altri somigliano a veri bazar dove il collezionista più esperto può concludere l’affare del secolo. Ci sono anche degli eventi fieristici, organizzati con cadenza annuale che si avvicinano a questo mondo. Possiamo citarne alcuni tra i più importanti in Italia, come “Ferrara Militaria”, “Militalia” e “Militaria alla Torre”. Da qualche tempo molti appassionati di oggetti militari si riuniscono per dare vita a veri teatri di battaglia, con uniformi armi e mezzi motorizzati per dare vita a realistiche scene di guerra. Sono molti i gruppi di reenactors che organizzano bellissime iniziative di rievocazioni storiche.




36th Div Texas Reenactment Napoli

Un gruppo che da qualche tempo sta richiamando l’attenzione agli addetti ai lavori è quello della 36th div texas reenactment napoli che vanta la partecipazione al film “In guerra per amore” del regista/attore PIF, una commedia ambientata nel 1943, durante lo sbarco in Sicilia degli Alleati. Entrare in questo mondo è sicuramente come entrare in una navicella che ci riporta in dietro nel tempo e ci fa rivivere le vere emozioni e i fatti della storia accaduti in quel periodo. Il significato degli eventi storici passati è sicuramente qualcosa che ci fa maturare e comprendere meglio la storia futura.

36th Div Texas Reenactment Napoli